Biscotti crudisti, baci di dama crudisti

n1-fb-cr

Biscotti crudisti, baci di dama crudisti

I Baci di Dama sono dei biscotti a base di mandorle, originari del Piemonte, più precisamente di Tortona.

Risalgono alla fine dell’Ottocento, l’epoca d’oro della produzione dolciaria piemontese.Originariamente erano prodotti con le nocciole piemontesi, che erano più facili da reperire e meno costose delle mandorle.

Il nome poetico è dovuto al loro aspetto invitante. Piccoli biscotti composti da due calotte di pasta, unite dal cioccolato, come le labbra, pronte a darti il bacio più dolce del mondo.

Alla fine del 1810 il Cavalier Stefano Vercesi ha modificato la ricetta sostituendo le nocciole con le mandorle e brevettando i “baci dorati”, che hanno vinto la medaglia d’oro alla fiera internazionale di Milano. Il massimo riconoscimento per la pasticceria del tempo.

I baci crudisti non solo derivano dal classico dolce piemontese, ma hanno un tocco internazionale

Biscotti crudisti, baci di dama crudisti

2017-05-03-2

Una delle cose più curiose che si scopre viaggiando per il mondo alla ricerca di nuovi sapori, è che spesso diverse culture hanno ricette tradizionali molto simili. Ad esempio, durante un corso professionale tre studenti discutevano sulla nazionalità di una ricetta. C’era chi diceva che era greca, chi svedese e chi italiana. In ogni versione c’era o una spezia in più o una piccola differenza!

Lo chef Vito racconta che l’ispirazione per creare i Baci di Dama crudisti l’ha avuta assaggiando dei dolci americani, i macarons, che gli hanno fatto venire in mente il dolce tipico piemontese…

Bene, è riuscito ad “italianizzare” la ricetta apportando solo un piccolo cambiamento!

Di cosa sono fatte queste delizie? Degli ingredienti più buoni che si possono trovare in cucina. La farina di cocco, le nocciole, le carrube, che sono un’ottima alternativa al cacao e non contengono teobromina, l’eccitante contenuto nel cacao, ma non alterano il gusto della crema al cioccolato.

I dolci crudisti sono veramente una soluzione sana. Grazie ai dolcificanti naturali come lo sciroppo d’agave o lo zucchero di cocco, ricavato dalla linfa della palma di cocco, con un livello glicemico molto basso. E’ ritenuto il dolcificante più sostenibile al mondo, in quanto viene prodotto da piccole comunità locali.

Ed ecco la nostra mise en place pronta. Contiamo le mezze sfere (fai attenzione a non mangiarne nessuna, sono irresistibili!). Su di una ci spalmiamo la crema, mettiamo l’altra metà ed il bacio più buono del mondo è completo!

, ,