Salute e benessere, dolcificanti naturali

Salute e benessere, dolcificanti naturali

0450 FB-CR

Posso mangiare lo zucchero? Cosa si usa per preparare i dolci crudisti? 

Le ricette raw food non solo sono incredibilmente buone, ma sono anche un sogno per tutti i golosi, puoi mangiarli senza i sensi di colpa!

La cucina crudista non prevede l’uso dello zucchero bianco, in quanto vero e proprio prodotto industriale.

In questo articolo ti spieghiamo perché e ti presentiamo alcune valide alternative, usate dai nostri chef Elena Dal Forno e Vito Cortese per le loro deliziose creazioni!

Lo zucchero bianco si ricava dalla barbabietola da zucchero, che contiene fino al 22% di zuccheri.

Mediante diversi passaggi a livello industriale, si ottiene uno zucchero greggio di colore giallo brunastro.

Lavorazioni intensive, che utilizzano diversi reagenti chimici, permettono di separare e concentrare le sostanze zuccherine (saccarosio) presenti nell’estratto di radice di barbabietola, rendendolo privo di elementi nutritivi come vitamine, enzimi e sali minerali, originariamente presenti nella barbabietola.

Per questo lo zucchero bianco viene considerato un alimento “morto”, che porta solo tante calorie.

Lo zucchero è in grado creare dipendenza, come una droga, dipendenza che a sua volta porta problemi alla salute, anche piuttosto gravi, come:
• obesità,
• diabete,
• colesterolo alto è i disturbi cardiovascolari,
• disturbi permanenti di memoria,
• alterazione della flora batterica e l’abbassamento delle difese immunitarie,
• demineralizzazione ossea.

Tutto questo a sua volta diminuisce l’aspettativa di vita in generale. Prospettiva tutt’altro che dolce.

I dolcificanti artificiali che ci propongono spesso come un’alternativa sono altamente tossici.

Ci sono diversi dolcificanti naturali, usati nella cucina crudista, che non danno solo il risultato di dolcificare, ma portano anche i benefici alla nostra salute.

Continua a leggere…

, , , , , , ,