Insalata a regola d’arte (prima parte)

0170 FB-CR

L’insalata è un piatto molto popolare, tra i crudisti e non. Specialmente in estate, chi segue uno stile di vita minimamente sano, preferisce una bella insalata a pranzo o a cena.

Ma l’insalata è uno di quei piatti che dopo un po’ stancano, rischiano di diventare noiosi.

Come mangiare un piatto sostanzioso e creativo ogni giorno senza stancarsi mai?

Segui i nostri consigli! L’insalata a regola d’arte deve essere creativa, bella, ma anche sostanziosa e gustosa.

La base

La base di ogni insalata è… l’insalata, cioè tutte le verdure a foglie verdi in generale, come lattuga, indivia, scarola, rucola, spinaci, verza, bieta, cavolo cinese e molte altre. In genere le verdure a foglie più scure tendono ad essere più ricche di nutrienti, come ferro, acidi grassi essenziali, antiossidanti e vitamine importanti come K e C, fibre e proteine. Se non gradisci il sapore di qualche tipo di verdura, prova a creare un tuo mix personalizzato.

L’importanza dei grassi e delle proteine

Se la tua insalata non ha una dose sufficiente di grassi e proteine, c’è il rischio che tu rimaga insoddisfatto e affamato. Olio d’oliva extravergine, olio di cocco, olio di sesamo, olio di canapa o olio di semi di lino sono le fonti perfette di acidi grassi Omega 3. Puoi aggiungere anche ingredienti che danno consistenza al piatto, come semi, noci, alghe, frutta, olive o avocado, che contengono anche proteine. Se ti piacciono le salse potrai frullare i semi o le noci reidratati, creando una sorta di maionese veg. Potrai sperimentare con varie consistenze, aggiungendo al tuo piatto importanti alimenti per la tua salute. Le componenti grassa e proteica non solo garantiscono la sazietà, ma forniscono al nostro corpo gli aminoacidi essenziali e acidi grassi per assicurare il corretto funzionamento del sistema nervoso e del sistema ormonale, per rinforzare le difese immunitarie e per salvaguardare la rigenerazione dei tessuti.

Continua a leggere…