Raw food, come le alghe sono d’aiuto per la tiroide

Bowl of seaweed, chopsticks picking up piece

Raw food, come le alghe sono d’aiuto per la tiroide.

Se qualcuno soffre di ipotiroidismo, conosciuto anche come insufficienza tiroidea, sa quanto debilitante e frustrante può essere.

La buona notizia è che, abbinata alle giuste cure, una dieta che preveda un importante consumo di alghe marine può essere di grande aiuto. Le alghe sono un ingrediente delizioso e versatile, adatto a creare tante ricette originali, come zuppe, insalate, pasta crudista.

Cosa è ipotiroidismo?

La tiroide, un ghiandola a forma della farfalla che si trova nella parte frontale del collo. E’ responsabile della produzione di due ormoni essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Questi ormoni regolano il metabolismo, gli altri ormoni e l’uso dell’energia.

L’ipotiroidismo, in parole semplici, si ha quando la tiroide rallenta la propria attività, non producendo adeguate quantità di ormoni. I sintomi più comuni dell’ipotiroidismo sono il senso di stanchezza, di pesantezza e di spossatezza, la mancanza di energia. Un’eccessiva sensibilità al freddo, potenzialmente depressione, poi l’aumento di peso, la secchezza della pelle e dei capelli, la debolezza muscolare.

Una delle cause dell’ipotiroidismo è legata all’assunzione ovvero alla dispersione dello iodio.

Ad esempio, il fluoro ed il cloro, minerali presenti nell’acqua del rubinetto, costringono il nostro organismo ad utilizzare le proprie riserve di iodio, potendo anche causare un deficit. Un’altra ragione è determinata dal fatto che la terra – sfruttata dalle colture intensive – in generale è “esausta”, manca cioè di alcune sostanze, fatto che determina l’impoverimento del cibo contemporaneo, molto povero di minerali in genere, incluso lo iodio. Alcuni studi sostengono che la frutta e la verdura che mangiamo oggi ha circa il 50% delle proprietà della frutta e della verdura degli anni ’50.

Un modo per rimediare è cominciare a filtrare l’acqua del rubinetto, evitando così di consumare fluoro e cloro. Inoltre è importante mangiare cibi ricchi di iodio, tra i quali le alghe marine sono al primo posto.

Le alghe come kelp, dulse, arame e wakame sono ricche di iodio. Lo iodio è un oligoelemento molto importante. Che cosa sono gli oligoelementi?

In biochimica e nella nutrizione, un oligoelemento è un elemento chimico necessario – pur se in quantità minime – per la crescita, lo sviluppo e la fisiologia appropriata di un dato organismo. E’ un micronutriente assunto in tracce.

Le alghe contengono più 50 oligoelementi essenziali, inclusi ferro, potassio, magnesio, che sono importantissimi per noi e dei quali siamo spesso carenti, quale conseguenza dello stile di vita moderno. Gli oligoelementi o i nutrienti in traccia aiutano a superare l’acidificazione del sangue, detossicare il nostro organismo, sono importanti per il sistema immunitario e hanno un’azione antinfiammatoria.

Ci sono diversi modi per aggiungere con piacere le alghe alla tua dieta. Puoi utilizzarle nelle zuppe, nelle insalate, aggiungerle nelle polpette, nei succhi e nei frullati (in polvere), utilizzarle in fiocchi al posto del sale o prenderle, sotto forma di integratore alimentare, in capsule.

Un rimedio gustoso, vero? Quale è la tua ricetta preferita di alghe? Buon appetito!

Raw food, come le alghe sono d’aiuto per la tiroide

, , ,