5 consigli per dire addio allo zucchero (prima parte)

zucchero 1

Tutti noi sappiamo che lo zucchero è una droga; è in grado di creare una forte dipendenza garantendo una consistente sensazione di piacere.

Lo zucchero ha un buon sapore, ci fa sentire felici, ci dona energia, migliora l’umore, è il protagonista di moltissimi piatti che – nel nostro immaginario – sono la rappresentazione di una bella e peccaminosa goduria alimentare. In generale dà la sensazione che la vita vaga la pena di essere vissuta.

Sappiamo che tutti questi bonus, però, hanno il loro prezzo.

I benefici e l’effimero piacere che proviamo nel breve termine, lasciano presto spazio – nell’ottica della salute in generale – all’evidenza della pericolosità dello zucchero.

Ci impedisce di essere brillanti, può provocare sbalzi di umore, causa picchi di glicemia, mettendo in crisi il nostro pancreas e contribuendo in modo significativo al rischio di sviluppo del diabete.

Conseguenze come sovrappeso, indebolimento delle difese immunitarie e stanchezza cronica non sono altrettanto pericolose nell’immediato, ma fanno peggiorare drasticamente la qualità di nostra vita. Fermo restando che lo zucchero è di grande aiuto nel trasformare il sovrappeso in obesità, con tutte le conseguenze – a quel punto – davvero rilevanti per la salute.

Se non riesci più ad immaginare la tua giornata senza il ricorrente “contentino” dolce, se ogni occasione è buona per acquistare una torta, se non riesci più ad andare a dormire senza mangiare qualcosa di dolce – con tutte le conseguenze che questo semplice gesto di mangiare zucchero ed andare a dormire crea per il tuo peso e per l’affaticamento del tuo fegato – è ora di analizzare seriamente la tua relazione di dipendenza con lo zucchero. Dipendenza che va trattata come tutte le altre dipendenza che conosciamo e che istintivamente reputiamo più pericolose.

Vogliamo darti 5 consigli per riuscire a salutare per sempre questo “dolce nemico”.

Continua a leggere…